Presentazione

L’International Joint PhD in Social Representations, Culture and Communication è un programma di Dottorato internazionale, inter/trans-disciplinare ed intersettoriale rivolto alla formazione avanzata nell’ambito delle scienze sociali. L’area di interesse del Dottorato si situa all’intersezione tra Teoria delle Rappresentazioni Sociali, Studi Culturali e Studi sulla Comunicazione. Il Dottorato nasce per rispondere alle sfide poste dai cosiddetti wicked problems alle scienze sociali in relazione ad alcuni dei principali processi di trasformazione globale in corso: sostenibilità ambientale e transizione ecologica, relazioni interculturali e cambiamenti nell’ambito della salute e dell’educazione, processi di democratizzazione e costruzione della cittadinanza, diversity communication and inclusion, con un interesse particolare rivolto al ruolo dei media e dell’innovazione. Il Dottorato promuove ricerche sulla dimensione simbolica e rappresentazionale alla base di queste tematiche, attraverso una pluralità di metodi di indagine. Il fine è sviluppare modelli interpretativi del cambiamento e strategie di intervento contestualmente valide e in grado di incidere sulla realtà e sulle politiche socio-culturali.

Il Dottorato, coordinato da Sapienza, coinvolge e rilancia una rete già consolidata di prestigiose Università e Centri di ricerca internazionali, che rende questo programma un punto di riferimento per una vasta comunità scientifica nell’ambito delle scienze sociali. Nel perseguire i suddetti obiettivi, il Dottorato è regolato da Accordi Inter-Istituzionali, come già definito dal Decreto MIUR n. 94 (pubblicato l’8 febbraio 2013) e in particolare all’art. 25 (Dottorato Internazionale), e dalle più recenti disposizioni ministeriali.



FONDAMENTI TEORICI
Il Dottorato si innesta sulla solida tradizione degli studi sulle Rappresentazioni Sociali aprendosi a, e intersecandosi con, i più recenti sviluppi degli Studi Culturali e della Comunicazione. Il Dottorato è orientato alla ricerca inter/trans-disciplinare sulle dinamiche socio-simboliche di costruzione sociale della realtà, sul ruolo dei media come attori culturali, e sulle relazioni tra conoscenza “esperta” e conoscenza elaborata nei contesti di “vita quotidiana”. Combinando formazione online ed in presenza e prassi di supervisione congiunta in un milieu internazionale, il Dottorato intende fornire una solida preparazione teorica e metodologica sia per la continuazione nell’ambito della ricerca in Italia o all’estero, sia per l’inserimento in settori lavorativi applicati pubblici e privati.

OBIETTIVI FORMATIVI
Il percorso formativo e di ricerca è finalizzato a fornire alle dottorande e ai dottorandi strumenti concettuali, metodologie e tecniche di ricerca necessarie per la comprensione dei processi comunicativi, culturali e psico-sociali di costruzione sociale della realtà.
(vai a https://phd.uniroma1.it/web/OffertaFormativaErogata.aspx?i=3857&l=IT per i dettagli).

Dottorande e dottorandi dovranno acquisire conoscenze avanzate e capacità di comprensione dei processi di elaborazione e strutturazione delle rappresentazioni sociali e dei relativi processi comunicativi interpersonali, di gruppo e societari, anche in relazione a diversi sistemi sociali e culturali ed alle dinamiche identitarie. Il percorso formativo fornirà conoscenze avanzate negli ambiti della teoria delle rappresentazioni sociali e dei suoi più recenti sviluppi, delle scienze della comunicazione, dei cultural studies, della psicologia culturale e degli studi sociali in ambito di educazione e sviluppo. Alle dottorande e ai dottorandi e sarà richiesto inoltre di sviluppare competenze e soft skills rilevanti negli ambiti della progettazione, della comunicazione scientifica, divulgativa e delle relazioni pubbliche.
Ulteriore obiettivo del Dottorato è favorire la capacità di applicare le conoscenze acquisite sia in ambito di ricerca che in ambiti pubblici e privati che richiedono esperti/e in aree delle scienze sociali e comunicative ad elevata valenza applicativa. Tramite un’ampia offerta di formazione alla ricerca inerente vari ambiti tematici, contesti sociali nazionali e internazionali, e attraverso occasioni di mobilità internazionale e relazioni anche con soggetti extra-accademici, le dottorande e i dottorandi saranno incoraggiati ad esplorare possibilità in vari ambiti professionali, quali ad esempio: istituzioni e centri di ricerca; media e agenzie di comunicazione e informazione; istituzioni e industrie culturali; associazioni e organizzazioni sociali, socio-sanitarie e ambientali; istituzioni politiche; imprese operative nei settori dell’innovazione tecnologica e mediale.
Le modalità didattiche con cui verranno perseguiti tali risultati combinano percorsi online a distanza ed in presenza, mobilità internazionale obbligatoria, ed attività di ricerca con più supervisor internazionali, che garantiranno una esposizione formativa e opportunità collaborative di ricerca e di scambio con un’ampia comunità scientifica multi-generazionale di rinomati/e studiosi/e in vari continenti. Il percorso didattico include: lezioni frontali, seminari di approfondimento, settimane intensive, lavori di ricerca individuale e di gruppo, presentazioni delle fasi di avanzamento, discussioni collegiali e revisione tra pari. Sono altresì previste attività formative per l’acquisizione di competenze tecnico-applicative, e attività di formazione alla progettazione finalizzata alla presentazione di richieste di finanziamenti per ricerca su bandi competitivi in ambito europeo e nazionale.

Sul PIANO EPISTEMOLOGICO ED ONTOLOGICO, il Dottorato si incardina nella ricca produzione scientifica riguardante le interrelazioni tra costruzione sociale della conoscenza (nelle sue diverse declinazioni) e strumenti e forme della comunicazione contemporanea.
Facendo propri tanto un approccio nomotetico quanto uno ideografico, il Dottorato si propone di contribuire all’elaborazione di modelli teorici generali e all’esplorazione di dinamiche contestuali della relazione mente-cultura-comunicazione. La teoria delle Rappresentazioni Sociali, le prospettive Culturaliste e gli studi della Comunicazione forniscono il quadro di riferimento privilegiato entro cui investigare le dinamiche di interazione tra individui, gruppi, istituzioni, in relazione con l’ambiente e con i diversi sistemi di mediazione e comunicazione.
L’obiettivo epistemologico ed ontologico è sviluppare un ambito di studi pienamente interdisciplinare. Le ricerche esamineranno la relazione tra costruzione della realtà e pratiche sociali, sistema polifonico dei media, posizionamento e ancoraggio a contesti storico-culturali, differenziandosi da un lato dagli approcci orientati alle cognizioni individuali come forme a-storiche e de-contestualizzate, e dall’altro dagli studi di conversazione e discorso come sistemi referenziali.
Se rappresentazioni sociali, frame, narrazioni, discorso costituiscono ormai concetti e strumenti consolidati nella cassetta degli attrezzi delle scienze sociali, sia in ambito psico-sociale sia sociologico, la sfida è oggi indagare e comprendere le relazioni tra tali modelli e le dinamiche di elaborazione e cambiamento in una realtà profondamente mediatizzata, in cui un ecosistema mediale sempre più pervasivo, convergente e distribuito è divenuto il terreno imprescindibile per l’analisi di ogni fenomeno comunicativo e culturale, del legame tra esperienza soggettiva della relazione e il suo aspetto collettivo e sociale. Un progetto culturale fondato su tale approccio, se ha nella psicologia e nella sociologia i campi del sapere fondanti, “naturalmente” convoca come alleati diversi approcci disciplinari, da integrarsi in modo trasversale e complementare.
A partire da questo fondamento, il Dottorato intende affrontare e perseguire punti di contatto e differenze con gli approcci di ricerca nazionali ed internazionali che negli anni recenti hanno esplorato tipologie analoghe di processi di costruzione sociale, tra cui studi culturali e linguistici, sociologia culturale, frame analysis, narrative and critical discourse analyisis, etc. Il Dottorato si propone quindi come luogo di avanzamento teorico attraverso lo studio di rappresentazioni sociali e costrutti culturali della sfera simbolica (nella molteplicità di forme con cui si producono nell’interazione umana e nelle culture, e con cui li riconoscono branche diverse della letteratura scientifica: simboli, metafore, senso comune, frame, immagini…) che forniscono senso all’esperienza orientando le interpretazioni, e dunque indirizzando l’azione, l’interazione e le relazioni sociali.

Quanto alle TEMATICHE, il Dottorato rivolge la propria attenzione – nelle linee di articolazione dell’offerta formativa – a problemi complessi e tematiche socialmente rilevanti nel contesto delle società globali, mediatizzate e culturalmente frammentate:
- Sostenibilità ambientale e transizione ecologica, con riferimento in primo luogo ai Sustainable Development Goals ed ai processi di transizione energetica, percezione del rischio e innovazioni socio-tecnologiche;
- Migrazioni e relazioni interculturali, con riferimento per esempio a processi discorsivi di costruzione delle relazioni intergruppi, stereotipizzazione e inclusione, pratiche di empowerment, agency e advocacy in ambiti sensibili quali salute ed educazione;
- Processi di democratizzazione, patrimonio culturale e costruzione della cittadinanza, tra cui analisi del discorso istituzionale e psicologia politica, populismo, comunicazione e affettivizzazione della sfera pubblica, potere, peace psychology, progetti di cambiamento e innovazione culturale;
- Diversity communication and inclusion, con riferimento in particolare al ruolo dei media e al discorso giornalistico nei processi di framing e di contrasto alla discriminazione, di donne, minoranze di orientamento sessuale, portatori di disabilità ed altre categorie vulnerabili.

Per quanto riguarda la METODOLOGIA, il campo di ricerca, e quindi il Dottorato, consente una formazione pluralista. Riprendendo il dibattito tra modelli di triangolazione ed approcci multi-metodo ai dottorandi e alle dottorande saranno fornite competenze relative a diversi disegni di ricerca, per l’analisi strutturale e dinamica delle rappresentazioni sociali, del discorso quotidiano, della comunicazione in relazione a social issues di natura locale e globale. Le dottorande ed i dottorandi saranno posti in grado di implementare tecniche e strumenti quali-quantitativi all’analisi del testo, tecniche di raccolta dati basati su canali comunicativi multipli (linguaggio orale, testuale, iconico-figurativo, multimodalità…), approcci discorsivi e conversazionali, prospettive di analisi critica e dialogica, metodologie sociologiche, etnografiche, e strumenti per lo studio delle dinamiche culturali e comunicative nell’ecosistema mediale contemporaneo.


In evidenza

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma