Piano formativo per il secondo anno

PIANO FORMATIVO PER IL SECONDO ANNO

Per gli studenti degli anni successivi al primo non sono previsti ulteriori corsi, anche se accade, ovviamente, che alcuni di loro li seguano di propria iniziativa. Nel secondo anno si richiede allo studente una quasi esclusiva concentrazione sull'attività di ricerca volta al completamento della tesi.

SEMINARI
Per i seminari del dipartimento fruibili dai dottorandi si rimanda al piano formativo del primo anno. Lo studente del secondo anno è caldamente incoraggiato a seguire i seminari del suo gruppo disciplinare; alcuni di loro sono anche conferenzieri in questi seminari.

CONFERENZE
I dottorandi sono anche incoraggiati a partecipare a scuole estive e conferenze internazionali collegati al loro ambito di ricerca. Talvolta i dottorandi sono anche invitati in tali conferenze a tenere comunicazioni scientifiche o presentare poster. Tale attività permette ai dottorandi di farsi conoscere nella loro comunità internazionale di riferimento, oltre ad essere aggiornati sui più recenti sviluppi della ricerca nel loro campo.


PREPARAZIONE DELLA TESI

Ricerca individuale, con una forte interazione con il direttore di tesi.


AMMISSIONE AL TERZO ANNO

A metà ottobre il dottorando deve affrontare la prova di passaggio al terzo anno.
Tale prova consiste di una dettagliata relazione scritta sullo suo lavoro di tesi in corso da presentare al collegio dei docenti.
L'ammissione dello studente al terzo anno è subordinata all'approvazione di tale relazione da parte del collegio.
Se ritenuto necessario, allo studente sarà anche richiesto di sostenere un colloquio davanti a una commissione scelta dal collegio.

¬© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma