Presentazione

Obiettivi formativi.
Il principale obiettivo di questo dottorato è quello di sviluppare nel dottorando la capacità di svolgere un'attività di ricerca in campo chimico completamente autonoma, imparando ad affrontare e risolvere i problemi scientifici che via via si presentano in modo critico ed innovativo, sapendo scegliere ed utilizzare le più appropriate e moderne tecniche sia sperimentali che teoriche. Si intende cioè formare un ricercatore autonomo e competente in grado di contribuire positivamente al progresso delle scienze chimiche sia nel mondo industriale che in quello accademico. Per raggiungere questa piena maturità scientifica, il dottorando, nel triennio di studi, svolge sotto la guida di un supervisore, un'intensa attività di ricerca su un argomento di sua scelta, partendo da una chiara definizione dei risultati che si prefigge di raggiungere e soprattutto del loro carattere di novità rispetto a quanto già conosciuto. I risultati ottenuti verranno raccolti e discussi nella tesi di dottorato. Va infine aggiunto che, in molti casi, parte di questa ricerca viene svolta in laboratori esteri consentendo al dottorando di confrontarsi in un più ampio contesto internazionale aumentando la propria esperienza e la fiducia nelle sue capacità.
Programma di studio e struttura.
Anche se lo svolgimento del tema di ricerca rappresenta la più importante attività del dottorando (svolta per almeno sei mesi in un laboratorio straniero), egli dovrà comunque frequentare alcuni corsi per dottorandi (per un numero totale di 12 crediti nel triennio) con lo scopo di perfezionare la sua preparazione soprattutto nel settore della chimica in cui si inquadra la sua tesi. I programmi di questi corsi non possono essere presentati a priori in quanto variano di anno in anno essendo strettamente legati agli specifici temi di ricerca scelti dai dottorandi. In altre parole, ogni dottorando, con l'ausilio del suo supervisore di tesi e del coordinatore, prepara il suo piano di studi che poi sottopone all'esame del Collegio dei Docenti. A parte questi corsi specifici, generalmente svolti nel Dipartimento di Chimica, i dottorandi seguono anche scuole nazionali ed internazionali riguardanti argomenti di loro interesse tenuti da eminenti scienziati che operano nel settore di interesse. Infine, in considerazione dell'elevata sinergia tra ricerca e didattica, il Collegio dei Docenti potrà prevedere un limitato impegno dei dottorandi in attività didattiche sussidiarie.


In evidenza

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma