Presentazione

La capacità di concepire e sviluppare innovazione di prodotto, di processo e organizzativa, generando e gestendo network di innovazione che supportino network di imprese, è la chiave di volta per indirizzare un sistema industriale verso la conquista di posizioni di rilievo nel mercato globalizzato. In particolare, l'industria italiana deve ancora rispondere, innovandosi, alle mutate esigenze di competitività e sostenibilità e di allineamento alle moderne esigenze caratteristiche di Industria 4.0.
Le sfide emergenti per l'Ingegneria Industriale e Gestionale richiedono uno sviluppo congiunto e orientato delle tematiche caratteristiche dell’innovazione delle smart factory, per rispondere alle crescenti esigenze del mercato e ai vincoli del contesto sociale, ambientale e tecnologico, alimentando in maniera sostenibile il ciclo dell’innovazione. Tali tematiche possono essere sintetizzate nei seguenti punti, obiettivi del Dottorato:
a) formalizzazione dei metodi di progettazione, analisi, intervento e controllo su prodotti, processi e strutture organizzative;
b) continua crescita ed evoluzione del contenuto di innovazione per rispondere alle nuove sfide dei mercati;
c) trasferimento delle conoscenze e loro adattamento su scala industriale, attraverso il coinvolgimento dei network di innovazione;
d) adozione da parte di imprese e reti d’impresa dei risultati conseguiti dal percorso di sviluppo, per estendere la domanda di innovazione e definire nuovi requisiti evolutivi di prodotti, processi e strutture organizzative.
Affinché il ciclo dell’innovazione sia per le imprese nazionali un fattore di crescita e consenta di coniugare competitività e generazione di nuovi posti di lavoro, anche in presenza di costo del lavoro elevato, occorre un comportamento proattivo che parta oggi con attività di ricerca applicata per poi divenire pratica industriale nel prossimo futuro. Tali attività di ricerca dovranno quindi essere estese e comprendere i rapporti tra enti pubblici e privati, valutando differenti scenari di regolamentazione e possibilità di finanziamento, al fine di costruire un percorso progressivo di integrazione tra i requisiti e le esigenze delle diverse parti interessate.
A seguito dell’incremento nell'utilizzo di moderne tecnologie produttive e dello sviluppo accelerato del sistema del terziario avanzato, è infatti aumentata la rapidità dei processi di cambiamento, in cui l'innovazione gioca un ruolo trainante all'interno delle imprese. Il riconoscimento della criticità delle interazioni tra scelte tecnologiche, strategiche, economiche ed organizzative delle imprese, può affrontato solo da chi è in grado di disporre di un approccio critico in tutte queste differenti aree.
Grandi e medie imprese sono sempre più attente alla rivoluzione costituita dalla produzione sostenibile sia in relazione ai prodotti che ai processi. I network di imprese finalizzati allo sviluppo di questi principi saranno attivati da industrie con la possibilità di controllare l'intero ciclo di vita del prodotto. La piccola impresa, giovandosi del trasferimento tecnologico, potrà collocarsi all'interno del modello di governance del network, in funzione delle proprie caratteristiche strutturali e delle competenze distintive ad alto valore aggiunto. Questa metodologia di trasferimento consentirà alla piccola azienda di non perdere peso e visibilità nel rapporto con la grande azienda ma di assumere anch’essa un ruolo strategico all’interno del ciclo di innovazione.
Il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale e Gestionale svolge quindi una parte attiva nello sviluppo del ciclo dell’innovazione, per il quale si occuperà di approfondire le tematiche relative a:
- ciclo di innovazione-evoluzione di prodotto, di processo e organizzativa, in termini di sostenibilità economica, ambientale e sociale;
- modalità di valutazione e di trasferimento delle metodologie sviluppate alle parti interessate;
- network d’imprese, armonizzando e governando le esigenze attraverso modelli di coordinamento, collaborazione, condivisione di rischi e benefici;
- network di innovazione, per rispondere alle esigenze strategiche e tattiche di competitività e sostenibilità di organizzazioni differenti;
- attivazione di esperienze pilota a vario livello.

L'impostazione data al percorso di studio e ricerca può portare ad ottenere risultati che supportino il processo di Industry 4.0, incidendo sia a livello di singole entità sia di network, in termini tecnologici ed economici. Il Corso di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Industriale e Gestionale, formando professionalità avanzate nel settore dell’innovazione, si prefigge infatti di rispondere alla necessità di creare un profilo di Dottori di Ricerca preparati a svolgere funzioni di ricerca e sviluppo, progettazione e gestione di sistemi produttivi e servizi innovativi con una visione d'insieme che assicuri la coerenza delle scelte tecnologiche con le strategie aziendali e con il contesto del settore di appartenenza. In particolare, data la caratterizzazione Industriale e Gestionale del Dottorato, i percorsi previsti privilegeranno le soluzioni e gli ambiti caratteristici delle Advanced manufacturing solution, dell’Additive manufacturing, di Augmented reality & Simulation, di Horizontal e vertical integration degli agenti produttivi.


In evidenza

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma