Concorso di ammissione


PROCEDURA SEPARATA (i candidati potranno presentare domanda per uno dei curricola attivati per il dottorato)

Curricola attivati per il dottorato:


  • STORIA MEDIOEVALE
  • STORIA MODERNA
  • STORIA CONTEMPORANEA
  • DISCIPLINE DEMO-ETNOANTROPOLOGICHE
  • STORIA DELLE RELIGIONI

Obiettivi formativi del dottorato

descrizione:Gli obiettivi formativi del Dottorato di ricerca in STORIA, ANTROPOLOGIA, RELIGIONI si identificano innanzitutto a partire dai fondamentali obiettivi formativi a base disciplinare caratterizzanti i Curricula confluenti nel progetto.
A. Per quanto riguarda le Scienze Storiche (Storia medievale, moderna e contemporanea), è prioritaria la formazione scientifica di studiosi di storia dal Medioevo all’età contemporanea, dotati di una larga cultura generale e in possesso di una elevata qualificazione professionale in tutti i settori disciplinari nei quali la ricerca in storia è oggi attiva, con l’obiettivo di portare i dottorandi a livelli tali da consentire il loro inserimento in istituzioni di ricerca nazionali e internazionali. Sul terreno metodologico, il Dottorato mira ad una forte integrazione della riflessione teorico-storiografica e del lavoro tecnico-empirico, insieme all’approfondimento di metodi e competenze di lavoro diretto sulle fonti manoscritte (documentarie/epigrafiche/librarie/epistolari) e sulle fonti orali. L’attività formativa dei dottorandi è rivolta particolarmente ai momenti di accelerazione del mutamento storico e delle trasformazioni sociali e culturali. La sua azione formativa è fondata sulla convinzione della necessità di fornire ai dottorandi una consapevolezza storica di ampio respiro: quella derivante dal porre in evidenza i nessi che legano - in un periodo plurisecolare - l’attività politica ai mutamenti dell’economia, delle dinamiche sociali, delle rappresentazioni mentali, consapevoli o inconsapevoli che siano, di élite e di massa. Si segnalano i campi tematici di articolazione e di interesse del Dottorato, declinati all’interno dei tre percorsi, medievale, moderno,contemporaneo, tra loro continuamente interrelati: 1) territori, spazi, economie, società. 2) fenomeni culturali: identità, conflitti, scambi; 3) aspetti e trasformazioni della cultura politica; 4) immagini, simboli, rappresentazioni del potere. Una tale formazione scientifica può facilitare il perseguimento di un secondo obiettivo: costruire una cultura adeguata all’inserimento professionale in campi non esclusivamente universitari, né strettamente scientifici o di ricerca, come dimostra il quadro degli esiti professionali di alcuni dei dottori di ricerca usciti dal Dottorato.
B. Per quanto riguarda le Scienze Antropologiche, gli obiettivi formativi del corso di dottorato si possono articolare nelle seguenti finalità: 1. fornire una competenza avanzata nel campo della ricerca etnografica e negli aspetti teorici delle discipline etnoantropologiche; 2. formare ricercatori ed operatori altamente qualificati nel campo del rapporto società-territorio-ambiente, con particolare riferimento ai progetti di riqualificazione e di salvaguardia culturale del territorio e ai progetti di sviluppo compatibile; 3. formare ricercatori ed operatori altamente qualificati in grado di lavorare scientificamente e professionalmente sui sistemi di conservazione e di rappresentazione del patrimonio culturale; 4. formare ricercatori con elevate competenze antropologiche su tematiche identitarie ed etniche in grado di operare scientificamente e professionalmente nei settori dell’advocacy, delle attività sociali, socio-sanitarie e socio-educative.
C. Per quanto riguarda le Scienze Storico-Religiose, gli obiettivi formativi mirano a favorire l’acquisizione di competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione integrando gli apporti delle diverse scienze storico-religiose, sia nell'ambito della teoria e della storia delle culture che sulle possibili interazioni metodologiche (a titolo di esempio, il rapporto tra religioni e culture; lo statuto e l’attendibilità interdisciplinare delle categorie ermeneutiche storico-religiose, antropologiche e storico-comparative; il ruolo della tradizione scritta nella trasmissione del sapere). Questo corso di Dottorato è finalizzato alla formazione di studiosi dotati di specifiche competenze storiche, filologiche ed ermeneutiche nel campo religioso e di elevata qualificazione professionale in tutti i settori disciplinari nei quali la ricerca è oggi attiva nei diversi ambiti di Storia delle religioni e della Cristianistica. Al di là della formazione universitaria, il corso intende formare ricercatori ed operatori altamente qualificati in grado di lavorare nella cooperazione internazionale e interreligiosa e nel campo del rapporto- dialogo con le minoranze religiose in territorio italiano.
Il Dottorato intende infine anche riservare un’attenzione privilegiata agli ambiti riflessivi, epistemologici e metodologici inerenti il dialogo tra antropologia, storia, scienze sociali e studi storico-religiosi.

Specifiche economiche

Specifiche economiche approvate dal Senato Accademico complessive per il corso

Borse Consorzi Enti Posti
6 0 0 8

Procedura concorsuale

Prova scritta Elaborato scritto su temi proposti dalla Commissione differenziati secondo i diversi curricula del Dottorato. Verranno estratte 5 tracce, ognuna relativa ad un curriculum, su 15 preparate (3 tracce per ogni curriculum). Il candidato è tenuto a svolgere necessariamente il tema del curriculum corrispondente a quello indicato nel progetto di ricerca e dichiarato nella domanda di ammissione. La prova si intende superata con una votazione minima di 40/60.

Valutazione titoli I risultati della valutazione del curriculum vitae, del progetto di ricerca, dei titoli e delle eventuali pubblicazioni saranno affissi nella bacheca e pubblicati sul sito del Dipartimento (v. sopra), dove risultano già pubblicate la griglia di valutazione dei titoli e le linee guida per la corretta compilazione del Progetto di ricerca. La valutazione del curriculum, dei titoli, del progetto di ricerca e di eventuali pubblicazioni costituisce una prova a sé stante, il cui risultato è conteggiato in sessantesimi. La prova si intende superata con un punteggio minimo di 40/60. La valutazione dei titoli (curriculum vitae, progetto di ricerca, titoli ed eventuali pubblicazioni) verrà effettuata in base alla Tabella valutazione titoli, per i soli candidati che abbiano superato la prova scritta, riportando un punteggio di almeno 40/60 (v. http://www.dipscr.uniroma1.it/didattica/offerta-formativa/dottorati) .

Prova orale Discussione sulla prova scritta e sul progetto di ricerca del candidato. La discussione può spaziare sull’intero ambito delle discipline relative al curriculum scelto dal candidato. Nel corso della prova orale sarà accertata la conoscenza della lingua straniera scelta in prima opzione dai candidati al momento dell’iscrizione al concorso, attraverso lettura e traduzione di un testo in originale. La prova orale si intende superata con una votazione minima di 40/60.


Curriculum studiorum

data e voto di laurea (obbligatorio)
Graduation date and grade
elenco degli esami sostenuti per la laurea MAGISTRALE e relative votazioni (obbligatorio)
list of examinations
elenco degli esami sostenuti per la laurea TRIENNALE e relative votazioni
data e voto della laurea TRIENNALE
elenco cronologico di Borse di studio, Assegni di ricerca (et similia) percepiti
Diplomi/certificati di conoscenza lingue estere
Diplomi/attestati di partecipazione di corsi universitari post-lauream
Attestati di partecipazione a gruppi di ricerca
Attestati di partecipazione a stage
Altri riconoscimenti (p. es.: premiazione in concorsi, seconda laurea)

Ulteriore documentazione richiesta ai candidati

 progetto di ricerca
obbligatorio
 elenco delle pubblicazioni
non obbligatorio
 descrizione delle precedenti esperienze di ricerca
non obbligatorio

Competenza linguistica richiesta ai candidati

Il candidato dovrà obbligatoriamente conoscere una lingua a scelta tra
INGLESE
FRANCESE
SPAGNOLO
TEDESCO

Diario delle prove concorsuali

Prova scritta
giorno09/09/2019
notenon indicato
ora10:00
aulaAula A Storia Moderna e Contemporanea
indirizzoFacoltà di Lettere e Filosofia, II Piano
pubblicazione sull'alboSI
pubblicazione sul sito internetSI
indirizzo del sitohttps://phd.uniroma1.it/web/STORIA-ANTROPOLOGIA-RELIGIONI_nD3547_IT.aspx
giorno della pubblicazione11/09/2019
info e recapitisandro.zicari@uniroma1.it

Valutazione titoli
giorno09/09/2019
notenon indicato
pubblicazione sull'alboSI
pubblicazione sul sito internetSI
indirizzo del sitohttps://phd.uniroma1.it/web/STORIA-ANTROPOLOGIA-RELIGIONI_nD3547_IT.aspx
giorno della pubblicazione11/09/2019
info e recapitisandro.zicari@uniroma1.it

Prova orale
giorno16/09/2019
notenon indicato
ora10:00
aulaAula A Storia Moderna e Contemporanea
indirizzoFacoltà di Lettere e Filosofia, II Piano
pubblicazione sull'alboSI
pubblicazione sul sito internetSI
indirizzo del sitohttps://phd.uniroma1.it/web/STORIA-ANTROPOLOGIA-RELIGIONI_nD3547_IT.aspx
giorno della pubblicazione19/09/2019
info e recapitisandro.zicari@uniroma1.it

Griglia di valutazione

file:visualizza il file
file (eng):visualizza il file (eng)

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma