Alessandra Coen

Professore associato


email: alessandra.coen@uniurb.it




CURRICULUM VITAE ALESSANDRA COEN
Posizione attuale: Professore associato s.s.d. Etruscologia e antichità italiche (L-ANT/06)
Università degli studi di Urbino Carlo Bo- Dipartimento di Studi Umanistici
E-mail: alessandra.coen@uniurb.it

ISTRUZIONE E FORMAZIONE
• 1995, Università degli Studi di Napoli Federico II, Diploma di Specializzazione in Archeologia (“Etruscum aurum. Le bulle auree in Etruria”, relatore prof. M. Cristofani).
• 1995, Università degli Studi di Roma La Sapienza, titolo di Dottore di Ricerca in Archeologia (Etruscologia), VI ciclo (“Corona etrusca”, tutors proff. M. Cristofani, C. Ampolo, N. Parise, poi pubblicata come monografia).
• 1989, Università degli Studi di Urbino, Laurea in Lettere Classiche con una tesi in Etruscologia e Archeologia Italica ("Complessi tombali di Cerveteri con urne cinerarie tardo-orientalizzanti", relatrice prof.ssa Marina Martelli Cristofani, poi pubblicata come monografia per i tipi della Olschki editore nel 1991).

BORSE E SOGGIORNI DI STUDIO
- Aprile 1996: Soggiorno di studio presso la Fondation Hardt pour l’étude de l’antiquité classique a Vandoeuvres – Genève.
- Febbraio 1992: Borsista, al corso seminariale "Civiltà, Lingua e Documentazione storico-archeologica dei Brettii, Rossano (CS).
- Novembre 1989: Borsista al III ciclo di Lezioni sulla Ricerca Applicata in Campo Archeologico, organizzato dal Dipartimento di Archeologia e Storia dell'Arte dell’Università di Siena e dal C.N.R., tenutosi a Pontignano (Siena).

MEMBERSHIP DI ACCADEMIE E ISTITUTI CULTURALI
• Membro corrispondente dell'Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici
• Socio Accademico dell’Accademia Raffaello di Urbino

RUOLI PRECEDENTI
• Date (da – a) 29 ottobre 2015- 18 dicembre 2019
Università della Campania L. Vanvitelli. Dipartimento di Lettere e Beni Culturali
Professore associato, per il s.s.d. L-ANT/10 (Metodologia della ricerca archeologica)
• Date (da – a) 29 dicembre 1995-28 ottobre 2015
Seconda Università degli studi di Napoli (ora Università della Campania L. Vanvitelli). Dipartimento di studio delle componenti umane del territorio
Ricercatore confermato, per il s.s.d. L-ANT/06 (Etruscologia e archeologia italica)

ATTIVITA’ DIDATTICA
Insegna presso l’ Università degli studi di Urbino Carlo Bo: Etruscologia, Etruscologia e antichità italiche, Antichità Picene, Laboratorio di classificazione dei materiali. Nella stessa Università ha tenuto per supplenza moduli di Metodologia della ricerca archeologica ed Etruscologia.
Ha insegnato presso l’Università della Campania L. Vanvitelli, già Seconda Università degli Studi di Napoli: Etruscologia, Protostoria, Archeologia fenicio-punica, Metodologia della ricerca archeologica, Diffusione multimediale del dato archeologico, Tecnica di scavo e Catalogazione dei beni archeologici.
Ha insegnato ‘Catalogazione e classificazione dei beni archeologici’ presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia -Università della Campania-Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa.
In relazione all’attività di docenza sopra indicata ha seguito numerose tesi di laurea.

DOTTORATO DI RICERCA
- Dall’a.a. 2019-20 (XXXV ciclo), membro del collegio docenti del Dottorato di ricerca di “ARCHEOLOGIA” dell’Università degli studi di Roma La Sapienza.
-Dall’a.a. 2013-14 all’a.a. 2016-17, membro del collegio docenti del Dottorato di ricerca dal titolo Architettura, Disegno Industriale e Beni Culturali, della Seconda Università degli studi di Napoli (cicli 29 e 30).

COLLABORAZIONI CON SOPRINTENDENZE
- Ha collaborato ai lavori della Convenzione stipulata tra l'Università degli Studi di Napoli e la Soprintendenza di Collegamento riguardanti il censimento delle evidenze archeologiche del centro storico di Napoli.
- Ha collaborato con la Soprintendenza Archeologica delle Marche per la compilazione di schede inventariali del materiale conservato presso l'Antiquarium di Numana.
-Ha collaborato con la Soprintendenza Archeologica delle Marche per la realizzazione della mostra “Piceni ed Europa. I cent’anni a Jena della Collezione Compagnoni”, tenutasi presso il Museo archeologico statale di Ascoli Piceno, dal 2 febbraio al 15 agosto 2007, per la quale ha realizzato una guida video sulla figura di Compagnoni.
-Ha collaborato con la Soprintendenza Archeologica delle Marche per la realizzazione del catalogo della mostra “Potere e splendore. Gli antichi Piceni a Matelica”, tenutasi a Matelica dal 19 aprile al 31 ottobre 2008.
-Ha collaborato e collabora con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, con la Direzione regionale Musei Campania e con la Direzione Regionale Musei Marche per attività di terza missione, tesi di laurea etc.

SCAVI ARCHEOLOGICI
• Dal 2018, partecipa, come condirettore scientifico, insieme ai colleghi F. Gilotta (Unicampania), M. Micozzi (Università della Tuscia) e M. Bentz (Università di Bonn), ad uno scavo nella necropoli di Monte Abatone (Cerveteri-RM).
•Ha partecipato a campagne di scavo a Cerveteri, Montella (AV), Ordona (FG), Caulonia (RC).

CONVEGNI, CONFERENZE, ETC
-Ha partecipato a diversi convegni di carattere nazionale ed internazionale (vedi pubblicazioni).
-Ha partecipato, in qualità di relatore, a diverse conferenze e seminari sia presso Musei che istituzioni universitarie (Museo archeologico di Ascoli Piceno, Museo Archeologico Nazionale di Perugia, Museo di Cagli PU-, Comune di Montegiorgio -AP-, Museo Archeologico di Teano, Museo archeologico di Cerveteri, Università degli studi di Urbino, Seconda Università degli studi di Napoli, Università degli studi di Milano, Università degli studi di Pavia, etc.) per la promozione e divulgazione dei risultati delle ricerche condotte, in particolare sul collezionismo marchigiano, sulle oreficerie e su Cerveteri.
-Ha organizzato diverse conferenze, seminari e cicli di lezioni presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali (Unicampania) invitando relatori nazionali ed internazionali, per l’approfondimento di tematiche svolte durante i corsi. Tra le attività recenti si segnalano:
maggio 2019-Organizzazione del seminario di studi, insieme al collega C. Rescigno “Aenea vasa. Seminario sulle botteghe e produzioni bronzistiche tra Grecia e Occidente, in epoca arcaica e classica”, tenutosi nel Dipartimento di Lettere e Beni culturali –Dilbec- Unicampania il giorno 14 maggio 2019.
-Aprile-maggio 2018-Organizzazione, insieme al collega C. Rescigno, di concerto con la direzione scientifica del Museo Archeologico dell’Antica Capua, di un ciclo di dieci conferenze sui “Temi di Annibale”. In tale contesto ha tenuto anche una relazione dal tema “I tesori di Annibale”.
-Marzo 2017-Organizzazione, insieme alla collega A. di Benedetto, del ciclo di lezioni di E. Bonacini “La comunicazione culturale ai tempi dell’Umanesimo digitale e del Museo partecipativo”, tenutosi presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali (Unicampania) il 28 e 29 marzo 2017.

TERZA MISSIONE, attività recenti
- Ha partecipato a progetti di alternanza scuola lavoro promossi dal Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli in collaborazione con licei di Caserta ed Aversa.

PARTECIPAZIONE A GRUPPI DI LAVORO INTERNAZIONALI
-Ha partecipato al gruppo di lavoro internazionale, finanziato dal Programma Vigoni 2005-06 (erogato dal Deutscher Akademischer Austauschdienst e dalla CRUI), coordinato da Alessandro Naso (Università del Molise) e da Peter Ettel (Università di Jena), per lo studio della collezione G.B. Compagnoni Natali, che ha previsto un soggiorno presso la Friedrich-Schiller Universität - Jena. Il lavoro è poi confluito in un volume monografico scritto in lingua italiana e tedesca pubblicato nel 2006.
-Nell’ambito del programma Hochschuldialog mit Südeuropa del DAAD ha partecipato dal 2015 ad un gruppo di lavoro internazionale che prevedeva la collaborazione della Seconda Università degli studi di Napoli (Dipartimento di Lettere e Beni Culturali), sotto la direzione di F. Gilotta, e l’Università degli studi di Bonn (Institut für Archäologie und Kulturanthropologie), sotto la direzione del prof. M. Bentz, per l’organizzazione di workshops estivi con studenti italiani e tedeschi per lo studio della necropoli di Monte Abatone a Cerveteri. Il progetto ha previsto anche soggiorni nella stessa Cerveteri e a Bonn e la pubblicazione dei risultati dei lavori.
-Dal 2018, partecipa, come condirettore scientifico, insieme ai colleghi F. Gilotta (Unicampania), M. Micozzi (Università della Tuscia) e M. Bentz (Università di Bonn), ad un progetto internazionale per lo studio e lo scavo della necropoli di Monte Abatone (Cerveteri- sito UNESCO), in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale, finanziato sia dal DFG (Deutsche Forschungsgemeinschaft, DFG-Vordruck 53.01 – 03/18: Die Monte Abatone–Nekropole von Cerveteri) che dagli Atenei italiani.

PARTECIPAZIONE A COMITATI SCIENTIFICI ED EDITORIALI
Membro del comitato scientifico della collana Mousai, laboratorio di archeologia e storia delle arti, diretta da S. Bruni.
Referee per i periodici “Scienze dell’antichità”, “Thiasos. Rivista di archeologia e architettura antica” “Archeologia classica”, per la collana “Thiasos” Monografie.

PRINCIPALI LINEE DI RICERCA
Le principali linee di ricerca hanno riguardato, fin dai primi anni di attività, lo studio dei corredi tombali delle necropoli dell’Etruria meridionale, in particolare si è occupata di diversi contesti ceretani, fra cui nello specifico la necropoli di Monte Abatone, ancora in corso di studio in un progetto internazionale. Su questi argomenti ha pubblicato numerosi articoli ed una monografia (A. Coen, Complessi tombali di Cerveteri con urne cinerarie tardo-orientalizzanti, OLSCHKI editore, Firenze 1991).
Un altro filone di ricerca è lo studio delle oreficerie di ambito etrusco ed italico. Su questo argomento ha pubblicato diversi articoli sui materiali di area etrusca e campana e una monografia (A. Coen, Corona etrusca, Daidalos, Studi e ricerche del Dipartimento di Scienze del mondo antico, 1, Viterbo 1999). Ha inoltre in corso di pubblicazione un’altra monografia sulle bulle auree di età tardo classica ed ellenistica.
Sul fronte italico si occupa da molti anni di studi sul Piceno, sia negli aspetti che riguardano il Collezionismo Ottocentesco e dei primi anni del Novecento (studi sulla Collezione di G.B. Compagnoni Natali di Montegiorgio), sia di approfondimenti sui materiali da necropoli (in particolare sono stati pubblicati vari articoli sui siti di Montegiorgio e Belmonte Piceno).
Si è recentemente occupata, insieme al collega Carlo Rescigno, dello studio del Santuario di Panetelle (Mondragone).



© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma