Offerta formativa programmata


Elenco dei corsi/attività primo anno

titolocrediti
Paleografia greca e latina 4
Editoria digitale 4
Laboratorio - Alfabetizzazione digitale 1
Laboratorio di scrittura scientifica e saggistica 1
Filologia e critica del testo 4
Ordinamento ed edizione materiali dell'Archivio Monaci 3
Laboratorio: come preparare comunicazioni, saggi, abstract in inglese, francese, spagnolo 2

Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

Durante il primo semestre del primo anno di corso sono attivati 12 incontri a carattere istituzionale avanzato. Gli studenti dovranno frequentarne almeno dieci (vedi i link ai seminari a destra su questa pagina). Gli allievi sono inoltre incoraggiati a partecipare ai lavori di valorizzazione (digitalizzazione, edizione e pubblicazione) dei documenti conservati presso l'Archivio Ernesto Monaci (vedi link a destra su questa pagina).



Modalità di scelta del soggetto della tesi

L'argomento della tesi viene concordato con il tutor assegnato e approvato dal Collegio docenti.

Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo

Gli allievi presentano un seminario presentato davanti al collegio e ai colleghi dottorandi a conclusione dell'anno accademico.


Elenco dei corsi/attività secondo anno

titolocrediti
Seminario Interdisciplinare in Scienze del Testo "Armando Petrucci" 0

Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

SEMINARIO INTERDISCIPLINARE IN SCIENZE DEL TESTO "ARMANDO PETRUCCI"

A partire dal corrente anno accademico il Collegio, in partecipazione con le università dell'Aquila, Bologna, Cassino, Milano, Roma "Tor Vergata", Udine, Verona, Viterbo, ha inaugurato un ciclo di seminari interdisciplinari e internazionali in Scienze del Testo intitolati alla memoria di Armando Petrucci, massimo interprete della scuola paleografica romana, grazie al quale paleografia, filologia e linguistica storica sono arrivate a costituire quasi un trittico di scienze sorelle le quali, appoggiate l’una all’altra, fuori da qualunque presunzione di sussidiarietà, hanno tratto dalle conoscenze specifiche di ognuna informazioni fondamentali per i rispettivi campi di indagine.


REDAZIONI DI RIVISTE SCIENTIFICHE

Il Collegio ritiene che sia parte essenziale della formazione di un giovane ricercatore la conoscenza delle modalità attraverso le quali i contributi scientifici giungono ad essere pubblicati.
Cosa si richiede sia in termini di contenuti (che cosa costituisce un saggio scientifico inteso per la pubblicazione, come va costruito e presentato) sia quale sia l'iter che il contributo scientifico segue nella prassi editoriale (accettazione da parte di una rivista, revisione fra pari), i tempi e processi di elaborazione dei testi in vista della pubblicazione (tiratura delle bozze e loro doppia correzione, tempi di produzione). A questo fine si ritiene esperienza fondamentale il lavoro redazionale presso una o più delle riviste di Fascia A dirette o co-dirette da membri del Collegio che hanno accettato di coinvolgere i dottorati del 2 anno nella loro attività redazionale.

CONFERENZE

La partecipazione a conferenze internazionali è una attività imprescindibile per un giovane ricercatore. Il Collegio si impegna a fornire attività seminariali per sostenere le competenze linguistiche necessarie.


Modalità di preparazione della tesi

Ricerca autonoma presso archivi, biblioteca e istituzioni preposte; supervisione mensile da parte del tutor; esposizione dei progressi della ricerca al Collegio con cadenza bimensile

Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo

Gli allievi conducono un seminario sulle loro ricerche di fronte al Collegio e ai colleghi dottorandi a conclusione dell'anno accademico. Tale seminario, insieme con la valutazione complessiva delle attività svolte, ha funzione di esame di passaggio d'anno.


Elenco dei corsi/attività terzo anno


Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

Il dottorato non ha al momento un terzo anno

Modalità di ammissione all'esame finale

I candidati presentano un seminario al Collegio e ai colleghi dottorandi e una relazione del direttore/trice di ricerca. Il Collegio valuta e decide dell'ammissione all'esame finale.

Modalità di svolgimento dell'esame finale

Discussione davanti a commissione esterna

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma