Offerta formativa programmata


Elenco dei corsi/attività primo anno

titolocrediti
Machine learning applications for Humanities : Davide Nadali, Silvia Ferrara, Antonella Sbrilli, Paolo Merialdo 3
Computational and Statistical Methods of Data Reduction, Proff. Alessio Farcomeni (Univ di Roma 2) e Chris Schwiegelshohn (Sapienza) 3
Learning in Games, Markets, and Sequential Decision Making, Prof. Tim Roughgarden (Columbia), Prof. Nicolo' Cesa-Bianchi (Univ. of Milano) 3
Data Science for Geographical Information System Applications, Prof. Maria Antonia Brovelli (Politecnico di Milano), Prof. Augusto Mazzoni (sapienza) 3

Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

Sono riportati esempi di I corsi specialistici di dottorato che potranno essere erogati da Docenti di altissima qualificazione che potrebbero stabilire un forte rapporto di collaborazione con il Dottorato di Ricerca in Data Science.
Le attività seminariali saranno invece definite contestualmente durante lo svolgimento del primo anno di dottorato.

I dottorandi del 1° anno svolgono le seguenti attività:

- frequentano i corsi specialistici di dottorato organizzati dal Dottorato in Data Science; Tali corsi saranno in special modo rivolti all'approfondimento dei campi di applicazione della Data Science rilevanti per i progetti di tesi di Dottorato

- frequentano insegnamenti ufficiali della Laurea Magistrale in Data Science, delle Lauree Magistrali della Facoltà di Ingegneria dell'Informazione, Informatica e Statistica, e delle Laurea Magistrali relative ai campi di applicazione della Data Science con l'obiettivo di complementare, approfondire e integrare le conoscenze del proprio percorso formativo.

- approfondiscono le tematiche specifiche relative ad ambiti di ricerca di loro interesse anche attraverso la partecipazione a scuole internazionali rivolte ai dottorati tra cui la Scola Italia di Dottorato in Data Science organizzata in collaborazione con gli studi di Dottorato in Data Science di Pisa e Bologna.

- Partecipano ai seminari di studiosi italiani e stranieri organizzati dal Dottorato oppure seminari organizzati dai Dipartimenti e degli Istituti di Ricerca dei docenti partecipanti al Collegio dei Docenti che vengono recepiti all'interno dell'offerta formativa del Dottorato.

Lo studente sarà tenuto a svolgere le attività formative per un totale di 30 CFU di cui 12 CFU per corsi ufficiali delle lauree magistrali, 12 CFU per corsi specialistici di dottorato, e 6 CFU per attività seminariali e scuole internazionali.

La divisione dei crediti tra le tre tipologie di attività potrà essere modificato per tenere contro delle specifiche esigenze formative del dottorando.




Modalità di scelta del soggetto della tesi

La scelta dell'ambito di ricerca nel quale sviluppare la tesi avviene attraverso il confronto e la discussione degli studenti con i membri del Collegio dei docenti e attraverso l'approfondimento di temi di ricerca presentati all'interno dei corsi specialistici di dottorato, dei seminari, e di scuole di dottorato internazionali.

Durante i primi sei mesi del primo anno e comunque non oltre il primo anno di corso lo studente dovrà individuare tra i membri del Collegio dei docenti un docente di riferimento. Per lo svolgimento della tesi. Alla fine del 1° anno, il Collegio dei docenti designa formalmente un supervisore scelto tra i suoi membri, eventualmente affiancato da un co-tutore esterno al collegio di dottorato.

Ai docenti del Collegio dei Docenti sarà richiesto anche di formalizzare delle proposte di Tesi di Dottorato che saranno presentate agli studenti in appositi seminari.


Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo

Viene effettuata la verifica:

1) della frequentazione dei corsi dei dottorato e degli insegnamenti scelti dal dottorando, e del superamento dei relativi esami di valutazione.
2) dello svolgimento di attività di studio generale e finalizzato e della frequentazione dei seminari inseriti all'interno delle attività didattiche del Dottorato.
3) della individuazione dell'ambito di ricerca nel quale verrà sviluppata la tesi di dottorato.

Il numero di crediti complessivo per il primo anno è di 30 CFU di cui: 2 insegnamenti ufficiali per un totale di 12CFU, 12 CFU per corsi di dottorato specialistici, 6 CFU per attività seminariali e partecipazione a scuole di dottorato internazionali. Tutte le attività formative dovranno essere completate dallo studente entro il 30 Settembre del primo anno di corso.

Entro il 15 Ottobre del primo anno il dottorando deve presentare una relazione sull'attività svolta, sulla base della quale il
Collegio esprime un giudizio di merito e concede (o meno) l'ammissione all'anno successivo.



Elenco dei corsi/attività secondo anno

titolocrediti
Deep Learning and its applications in the Internet industry - Fabrizio Silvestri (Facebook), Corinna Cortes (Google), Simone Scardapane (Sapienza) 3
Multi-armed bandits, online stochastic optimization, and its applications - Peter Bartlett (Berkeley), Anupam Gupta (CMU) 3
Italian Doctoral school of Data Science (two weeks) - jointly organised with the Doctoral studies of Pisa and Bologna 6
Data Science for Human Mobility - Dino Pedreschi (Univ. of Pisa) Luca Aiello (Nokia Labs, Cambridge) 3
Network Analysis methods for detecting misinformation an d harm content in Social Media - Aris Gionis (KTH Stockolm), Fabio Petroni (Facebook) 3

Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

Gli studenti seguiranno due corsi di dottorato nel II anno di corso. I due corsi potranno essere eventualmente sostituiti
da scuole internazionali di dottorato o altre attività formative a livello di dottorato se impegnato in un periodo di ricerca
all'estero. Il Dottorando seguirà anche le attività seminariali organizzate dal Dottorato di Ricerca.


Modalità di preparazione della tesi

Nel 2°anno il dottorando approfondisce gli argomenti riguardanti specificamente il tema di ricerca che intende sviluppare, con individuazione dell'oggetto della tesi e svolgimento progressivo delle attività necessarie allo sviluppo ed al completamento della stessa. La tesi consiste in una ricerca originale su un argomento ben definito, riguardante le metodologie di base della data science ed un dominio di applicazione. Nell'ambito delle attività del corso, può svolgere parte del periodo di ricerca all'estero presso istituzioni universitarie e di ricerca industriali o accademiche. Tale periodo, da finalizzare prevalentemente all'approfondimento delle tematiche di ricerca oggetto della Tesi, si colloca preferibilmente nell'arco del secondo anno di corso.

Modalità delle verifiche per l'ammissione all'anno successivo

Entro il mese di Aprile del 2° anno, il dottorando deve presentare le linee generali del progetto di tesi contenente i seguenti
punti: definizione dell’ambito di ricerca, lineamenti delle principali problematiche emergenti dalla letteratura, tipologia della tesi, obiettivi del lavoro con possibili linee di approfondimento.

Entro il 20 Ottobre del 2° anno presenterà una relazione sull'attività svolta, sulla base della quale il Collegio esprime un giudizio
di merito e concede (o meno) l'ammissione all'anno successivo. Deve altresì svolgere un seminario conoscitivo sullo stato di avanzamento del lavoro di ricerca ed avere conseguito e sugli obbiettivi di ricerca da perseguire nel terzo anno di dottorato. Deve inoltre avere acquisito 6 CFU attraverso la frequentazione di due corsi di dottorato o scuole internazionali.



Elenco dei corsi/attività terzo anno


Eventuali maggiori informazioni per le voci sopra elencate

Le attività seminariali incluse nell'offerta formativa del Dottorato verranno definite nel corso dell'anno.

Modalità di ammissione all'esame finale

L'esame finale dovrebbe essere completato entro il 28 febbraio dell'anno successivo a quello in cui cade la fine del terzo anno.
Segue una possibile scansione delle scadenze rilevanti per lo svolgimento del progetto finale di tesi di dottorato.

Entro luglio del terzo anno, per ogni studente, il Collegio dei Docenti proporrà i nomi di due revisori esterni italiani o stranieri.
Entro il 31 ottobre Lo studente preparerà una prima versione della tesi in inglese, e la invierà a ciascun ciascun revisore esterno, al coordinatore e al proprio tutore. Questa versione della tesi è quella che verrà valutata dai revisori esterni.

Entro il 15 novembre le relazioni dei revisori esterni devono raggiungere il coordinatore.
Entro la metà di dicembre, nel caso in cui i revisori ritengano che la tesi non sia adeguata per una difesa finale, possono assegnare fino a 6 mesi aggiuntivi allo studente per rivederla. Dopo questo periodo, lo studente presenterà nuovamente la tesi per una nuova valutazione da parte di revisori esterni. In questo caso, la difesa finale sarà spostata in avanti in base ai mesi aggiuntivi consentiti allo studente per la revisione della tesi.

La consegna e la valutazione della versione finale della tesi avverrà entro il 15 gennaio dell'anno successivo al terzo anno di dottorato.
Lo studente presenta la Tesi in un seminario a una commissione interna nominata dal Collegio dei Docenti. L'ammissione all'esame finale viene decisa dal Collegio dei docenti, sulla base delle relazioni dei Revisori esterni, del tutore e dell'eventuale co-tutore sterno.


Modalità di svolgimento dell'esame finale

Entro il 28 febbraio, lo studente sarà tenuto a presentare e discutere la tesi di fronte alla Commissione di Dottorato di Ricerca, formato da Docenti degli SSD del Dottorato di Ricerca in Data Science attivi nella ricerca nel campo della Data Science, che ha il potere di rilasciare il titolo di Dottore in Ricerca. Entro questa data gli studenti devono anche presentare la versione finale della tesi, in cui incorporano le modifiche suggerite dai revisori o dalla commissione interna.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma