Offerta formativa erogata

Il piano formativo del Dottorato in Biologia Ambientale ed Evoluzionistica prevede la partecipazione a corsi istituzionali avanzati, la partecipazione a seminari e Journal club proposti ogni anno dal Collegio, attività pratiche formative specifiche, attività di ricerca in laboratorio o di campo, incontri congiunti con i dottorandi degli altri cicli attivi per favorire lo scambio di esperienze tra partecipanti che operano in settori della ricerca diversi per approcci sperimentali e competenze. Corsi istituzionali, seminari e Journal Club Meetings proposti dal Collegio sono comuni ai quattro curricula e riguardano sia tematiche di base che tematiche innovative di ricerca al fine di presentare a tutti i dottorandi la complessità concettuale, metodologica ed interpretativa delle differenti discipline scientifiche che fanno parte della Biologia Ambientale ed Evoluzionistica. L'attività formativa comune ai 4 curricula costituisce un momento di incontro programmato tra tutti i dottorandi ed i docenti, consentendo discussioni di approfondimento dei temi trattati e, non ultimo, uno scambio di esperienze tra i partecipanti che operano in diversi della ricerca di base ed applicata. All'inizio di ogni anno accademico vengono definite le date ed i titoli dei seminari tenuti da docenti italiani e stranieri, su temi proposti dai Docenti del Collegio. Il percorso formativo si completa con la partecipazione a Convegni e Congressi e con le attività di ricerca che ogni dottorando svolge all'interno di singoli laboratori afferenti ai tutors, deputati a seguire il percorso di formazione scientifica del dottorando.

Nel 1° e 2° anno i dottorandi dovranno conseguire almeno 12 CFU scelti tra le voci riportate nell'elenco dei corsi/attività/seminari o anche presso altre università italiane o straniere purchè certificati e almeno 3 CFU di altre attività formative scelte dai dottorandi ed approvate dal Collegio. Per la specifica tipologia del dottorato l'attività di ricerca viene svolta prevalentemente in laboratorio e/o in campo, i CFU dedicati alle attività di ricerca devono corrispondere ad almeno 45 CFU/anno.
I dottorandi del primo anno dovranno seguire il corso di base per la sicurezza e la salute dei lavoratori "Corso di Formazione Generale Lavoratori" (4h e-learning).

Il piano formativo del 3° anno del Dottorato prevede che ogni dottorando debba conseguire almeno 9 CFU scelti tra le voci riportate nell'elenco dei corsi/attività/seminari o anche presso altre università italiane o straniere purchè certificati ed almeno 3 CFU di altre attività formative scelte dai dottorandi. Nel 3° anno le attività di ricerca volgono alla conclusione per cui i CFU sono ridotti ad almeno 30. Saranno dedicati almeno 18 CFU alla stesura delle tesi ad alla scrittura e pubblicazione dei risultati su riviste internazionali.

In allegato sono riportati i corsi relativi all'offerta formativa erogata nel 2020 con i rispettivi programmi. I corsi si svolgeranno dal 10 al 25 febbraio, dall'8 al 30 giugno e dal 7 al 27 settembre.






© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma