IULIIA IASHCHENKO

Dottoranda

ciclo: XXXVII
email: iuliia.iashchenko@uniroma1.it




supervisore: Prof. Luca Mocarelli

Ricerca: La pulizia etnica sovietica nella memoria delle minoranze etniche: Percezioni e traumi collettivi

Ho studiato storia sovietica e relazioni internazionali per più di otto anni, ma negli ultimi quattro anni i miei interessi accademici si sono rivolti alla storia dei regimi totalitari in Europa e alla memoria collettiva di questa esperienza.

Il mio background include la conduzione di ricerche con borse di studio, l'organizzazione di spedizioni etnografiche per raccogliere fonti orali e scritte, e la partecipazione a gruppi di ricerca internazionali sulla memoria storica e la giustizia transizionale a Berlino, Varsavia e Seul.

La mia tesi di dottorato si concentra sui problemi della memoria collettiva della pulizia etnica sul territorio dell'URSS e nelle regioni occupate negli anni '30 e '50.

Questo studio si concentra sui problemi della repressione etnica all’interno dell’URSS e sulla diversità della memoria collettiva delle minoranze nella Russia odierna in relazione al passato. Per molto tempo, la questione della pulizia etnica durante il periodo stalinista è rimasta ai margini dell'interesse accademico degli storici russi e stranieri per due ragioni principali. In primo luogo, gli archivi russi sono secretati ed è impossibile ottenere fonti sulla repressione politica ed etnica. In secondo luogo, riconoscere il fatto che l'Unione Sovietica imponesse la reclusione nei campi di concentramento sulla base di nazionalità e di razza significherebbe porla sullo stesso piano del regime nazista. Tuttavia, lo studio si avvale di centinaia di interviste che raccolgono le testimonianze delle vittime di queste repressioni durante spedizioni etnografiche. Queste fonti forniscono prove inconfutabili e obbligano gli storici a dare voce alle vittime nella narrazione globale dei regimi totalitari.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma