FRANCESCA GALLO

Professore associato


email: francesca.gallo@uniroma1.it


stanza: 17

Francesca Gallo, dopo la Laurea in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico, si diploma alla Scuola di Specializzazione in Storia dell' arte medievale e moderna della Sapienza con una tesi sull’Immagine di Siracusa nella letteratura di viaggio del XVIII e XIX secolo (catalogo della mostra e della collezione Siracusa e la sua immagine, Galleria regionale di Palazzo Bellomo, Siracusa, 2000). Dallo studio dei rapporti fra arte e territorio sono nate alcune ricerche sulla storia della tutela in Sicilia in età post-unitaria. Negli anni 2000-2001 è curatore per i musei e le mostre delle Gallerie Civiche d’Arte Contemporanea di Ferrara/Palazzo dei Diamanti. Dedica il dottorato di ricerca in Storia dell'arte alla mostra Les Immatériaux (Centre Pompidou 1985) e alle frequentazioni artistiche del curatore, il filosofo Jean-François Lyotard. Da dicembre 2011 è Ricercatore di Storia dell'arte contemporanea, disciplina che insegna da allora. Ha conseguito l’ASN a professore di II fascia nel 2017. Dal 2014 è membro del direttivo della Consulta Universitaria per la Storia dell'Arte (CUNSTA). I suoi studi spaziano dal XIX al XXI secolo, attorno al rapporto fra riflessione teorica, pratica artistica e nuove tecnologie. Infatti ha dedicato diversi studi a Les Immatériaux e a Jean-François Lyotard («Annali di critica d’arte” 2006; «Revue Appareil» 2009; e Les Immatériaux: un percorso di Jean-François Lyotard nell’arte contemporanea, Roma 2008). Oltre che di rappresentazione dello spazio urbano nelle arti visive e di interventi artistici nella città, si è occupata della trasformazione del format espositivo per la New Media Art e la performance («Ricerche di s/confine» 2018). Ultimamente le sue ricerche sono concentrate sulle Neoavanguardie italiane, con contributi dedicati a Ketty La Rocca (co-curando un volume per Postmediabooks nel 2015 e la Biennale Donna di Ferrara nel 2018); alle pratiche performative(«Ricerche di storia dell’arte», 2014) e alla videoarte delle origini («L’Uomo nero» 2018). Ha appena co-curato per Mimesis All’alba dell’arte digitale. Il Festival Arte Elettronica di Camerino.



Produzione scientifica

Connessione ad iris non disponibile

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma