FILIPPO NARDONE

Dottore

ciclo: XXXIII


tutor: Lidia Capo, Jean Claude Maire Vigueur

Titolo della tesi: Studio comparato degli eserciti comunali italiani nel contesto militare europeo (1289-1348)

La tesi è un’analisi comparata degli eserciti comunali italiani tra l’ultimo decennio ‘200 e la prima metà del ‘300: più che una semplice storia militare (concentrata sugli eventi), essa è una Storia dell’Arte militare propriamente detta, vale a dire uno studio strutturale e diacronico sui modi in cui la guerra si svolgeva, l'evoluzione di strategia, tattiche, armamenti, ecc.. Tra questi aspetti il lavoro predilige la tattica, ossia l’uso delle forze militari in combattimento. L’indagine si concentra su temi quali il rapporto tra le varie armi, le differenze operative nei diversi teatri di guerra e la qualità militare delle nationes mercenarie che dilagano nell’Italia del primo ‘300. Il testo tocca inoltre, a latere, altre questioni di natura strategica, politica e sociale, riflettenti la centralità della guerra nel mondo tardocomunale italiano. La ricerca ambisce infine a rivalutare l’Arte militare italiana nel più ampio quadro bellico europeo coevo, caratterizzato da dinamiche belliche apparentemente diverse eppure profondamente intrecciate con quelle peninsulari che possono essere proficuamente comparate. Con ciò si vuole perfezionare la conoscenza della Storia dell’Arte militare europea e stimolare nuove riflessioni sull’argomento.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma