ELEONORA MAINARDI

Dottoressa

ciclo: XXX



Titolo della tesi: Il sistema di trasporto ferroviario in Europa e il diritto alla mobilità. Profili normativi per uno spazio unico integrato.

Scopo del presente lavoro di ricerca è fornire, attraverso una prospettiva diacronica, un’analisi del profilo normativo del settore del trasporto ferroviario a livello europeo, evidenziandone, da un lato, le criticità che tutt’ora interessano tale peculiare ambito e, dall’altro, i progressi compiuti, sul piano tecnico ed operativo, a livello di Unione e di singoli Stati per la definizione di spazio unico europeo del trasporto ferroviario. Quest’ultimo si inserisce, infatti, all’interno della più ampia politica dei trasporti comunitaria, le cui origini risalgono, ancora prima dei Trattati di Roma, al Trattato della Comunità economica del carbone e dell’acciaio (CECA). Il lavoro consta di quattro capitoli, attraverso i quali si introduce il tema, dapprima (I capitolo), con un’analisi del regime giuridico che caratterizza storicamente il settore dei trasporti, ossia quello dei service public, declinata a livello comunitario in servizi di interesse generale (SIG) e di interesse economico generale (SIEG). Nello specifico, il trasporto ferroviario rientra nel novero dei SIEG cd. “a rete”, stante la necessità di avere a supporto della propria operatività un’infrastruttura di supporto, di portata nazionale e difficilmente replicabile, appunto a rete. Successivamente, si entra nel merito dell’oggetto della tesi (II e III capitolo) e si ripercorre l’evoluzione normativa della politica dei trasporti europea e, nello specifico, di quella del trasporto ferroviario, dai Trattati fondativi ad oggi, analizzando le competenze dell’Unione e degli Stati membri nel processo di costruzione di uno spazio unico del settore, liberalizzato, integrato e votato ad una mobilità multimodale, interoperabile e sostenibile. Si mostrerà infatti, come il settore ferroviario possa contribuire significativamente alla costruzione di una mobilità green, sostenibile sul piano sociale, economico ed ambientale. Infine, il lavoro si chiude con un focus sulla concreta attuazione del Quarto Pacchetto ferroviario, ultimo traguardo normativo approvato dal Legislatore europeo nel 2016 e inteso quale disciplina organica per l’intero settore. L’analisi dell’implementazione degli strumenti regolatori che lo compongono riguarda, nello specifico, due Stati membri – Germania ed Italia – presi in considerazione in ragione della peculiarità e dell’importanza che i rispettivi settori ferroviari ricoprono a livello comunitario ed internazionale.

Produzione scientifica

  • 11573/872936 - 2015 - Le elezioni regionali del 2015 in Toscana (01a Articolo in rivista)
    MAINARDI, ELEONORA
  • 11573/871219 - 2015 - Elezioni europee a Cipro: l'astensionismo boccia la Troika (02a Capitolo o Articolo)
    MAINARDI, ELEONORA
  • 11573/935900 - 2016 - Il governo Scelba. L'ultimo quadripartito del Presidente Einaudi (01a Articolo in rivista)
    MAINARDI, ELEONORA
  • 11573/1014940 - 2017 - Brexit e il sistema dei trasporti: quo vadis? (01a Articolo in rivista)
    MAINARDI, ELEONORA
  • 11573/870649 - 2014 - Il referendum in Scozia: tra devolution e indipendenza (01a Articolo in rivista)
    MAINARDI, ELEONORA

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma