Concorso di ammissione


Obiettivi formativi del dottorato

descrizione:Il Dottorato in Ingegneria Informatica (Ph.D. in Engineering in Computer Science) ha l’obiettivo di formare:
i) esperti informatici capaci di operare sia nell’ambito accademico, sia nell’ambito di istituzioni pubbliche e private di ricerca per lo sviluppo di nuove tecnologie e metodologie informatiche;
ii) specialisti di altissimo livello professionale con competenze ingegneristiche capaci di introdurre l’innovazione tecnologica e metodologica informatica nell’ambito dei principali settori applicativi, quali informatica e robotica, in contesti industriali, dei servizi, e nella pubblica amministrazione.

I settori di principale interesse del Dottorato sono:

Architetture, sistemi di elaborazione e reti di calcolatori;
Ingegneria degli algoritmi ed analisi di complessità ;
Ingegneria del software;
Intelligenza artificiale; rappresentazione della conoscenza; Intelligenza artificiale e robotica;
Sistemi informativi; Basi di dati;
Sistemi distribuiti;
Software orientato ai servizi;
Web e reti sociali;
Cyber security & intelligence;
Computer vision & computer graphics;
Interazione persona-calcolatore;
Sistemi multi-agente e Sistemi multi-robot.

Di seguito si riporta l’organizzazione dell’attività didattica

L'attività complessiva svolta dai dottorandi durante il triennio è quantificabile in 180 crediti di cui fino ad un massimo di 30 (corrispondenti al 50% del carico di lavoro di un anno) relativi all'attività di studio, ed i rimanenti almeno 150 (corrispondenti a due anni e mezzo di impegno) relativi all'attività di ricerca e di stesura della tesi.

I crediti sono così ripartiti:
A
0-30 CFU per il completamento del curriculum base degli studi, scelti tra i corsi offerti per le lauree triennali e magistrali della Sapienza. La commissione di ammissione al dottorato propone l'assegnazione dei crediti di tipo A.
B
12-18 CFU per moduli specialistici offerti dal dottorato, dalle Lauree Magistrali o da istituzioni qualificate che richiedono un esame finale che dovrà essere approvato dal Collegio Docenti.
C
12 CFU per la frequenza di scuole estive, tutorial, conferenze e seminari dipartimentali (0.5 CFU per un’ora di seminario), al fine di assicurare l’integrazione del dottorando nella vita del Dipartimento e lo sviluppo di competenze multidisciplinari nelle varie aree di ricerca dell’Ingegneria Informatica.

L’organizzazione del Dottorato in ingegneria Informatica prevede che il Collegio dei Docenti programmi, ciclo per ciclo, le attività didattiche individuali e collegiali che i dottorandi sono chiamati a seguire. Le attività individuali sono definite anche sulla base del parere della commissione di ingresso al dottorato, che ha valutato le domande di ammissione per il ciclo in questione. Si prevede inoltre che ogni dottorando sia seguito da un Comitato Tesi formato dal tutore (advisor), da un co-tutore (co-advisor) ed opzionalmente da un terzo ricercatore addizionale. Questi sono scelti dal Collegio dei docenti. Almeno un membro del comitato tesi deve appartenere al Collegio stesso. Per i dottorandi che usufruiscono di borse concesse da enti convenzionati, il Comitato Tesi è integrato da un rappresentate dall’ente stesso.

Il primo anno del Dottorato è dedicato alla formazione dei dottorandi ed all’avviamento del programma di ricerca. Il programma didattico consiste in una serie di moduli didattici esclusivamente predisposti per i dottorandi e svolti da membri del collegio dei docenti del Dottorato o docenti invitati da altre istituzioni scientifiche italiane o straniere. Il contenuto dei moduli è relativo alle principali aree di interesse del Dottorato. Il superamento di esami relativi ai moduli didattici menzionati da parte dello studente consente il conseguimento di crediti di tipo B. A complemento dei moduli didattici del Dottorato, in base al loro curriculum, gli studenti potranno essere invitati a seguire corsi nell’ambito del Corso di Laurea in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale in Engineering in Computer Science, Laurea Magistrale in Artificial Intelligence and Robotics, e altri corsi di laurea attinenti al dottorato (corsi di tipo A o B) o corsi svolti presso scuole nazionali o internazionali (corsi di tipo B). In particolare viene valutata l’opportunità di frequentare i corsi della Scuola Nazionale Annuale per i Dottorandi in Ingegneria informatica organizzata dal Gruppo Nazionale di Ingegneria Informatica e di altre scuole di dottorato nazionali e internazionali. A completamento dell'attività formativa, gli studenti sono invitati a seguire i seminari (classificati come corsi di tipo C) tenuti in dipartimento da ricercatori internazionali in visita e dai membri del Collegio.

Lo svolgimento delle ricerche per la stesura della tesi è previsto in parte già nel primo anno, e successivamente nel secondo e terzo anno. Le ricerche vengono condotte sotto la costante guida del Comitato Tesi. Al termine del primo anno il Dottorando presenta al Collegio dei Docenti uno stato dell'arte sulla tematica oggetto della sua tesi ed indica alcune linee di sviluppo che intende perseguire. L'ammissione al secondo anno si basa sia sul rispetto del programma di studi previsto, sia sull'iniziale lavoro di ricerca svolto.

Durante il secondo anno la grande maggioranza degli studenti trascorre un periodo all'estero (tipicamente 6 mesi), in prestigiosi istituti di ricerca e prestigiose università. Al termine del secondo anno il dottorando produce un documento di circa venti pagine che illustra il lavoro che sta svolgendo e gli obiettivi che intende raggiungere. L'opportunità dell'ammissione al terzo anno viene valutata sulla base della validità scientifica del lavoro di ricerca fino ad allora svolto.

Al termine del terzo ed ultimo anno il Collegio dei Docenti sceglie due revisori esterni che operano in prestigiosi centri di ricerca nazionali ed internazionali, cui viene inviata la tesi e che formulano un giudizio sul lavoro svolto dal dottorando. Successivamente la tesi viene esposta ad una commissione di valutazione interna, che comprende i membri del comitato tesi, ed al Collegio dei Docenti. La commissione di valutazione interna formula un parere scritto. Il Collegio esprime quindi una valutazione complessiva del lavoro svolto dal dottorando sulla base della presentazione ascoltata, del giudizio della commissione interna di valutazione e del giudizio dei revisori esterni.

I membri del Collegio di Dottorato hanno una produzione scientifica molto rilevante. I suoi gruppi di ricerca sono riconosciuti tra i piu` qualificati a livello mondiale (in particolare il Collegio annovera 4 ECCAI/EurAI fellows, 2 AAAI fellow, 2 ACM fellow, 1 EATCS fellow e1 ER fellow). E' inoltre molto ampia e costante la partecipazione ed il coordinamento di progetti di ricerca europei e nazionali, o progetti per il trasferimento tecnologico verso aziende ed organizzazioni. Moltissime sono infine le collaborazioni internazionali.

Specifiche economiche

Specifiche economiche approvate dal Senato Accademico complessive per il corso

Borse Consorzi Enti Posti
6 3 1 12
Borse finanziate da Enti
External organizations scholarships
ISS - Studio e progettazione di sistemi informativi in Sanità pubblica: come interconnettere flussi informativi e basi di dati nazionali e internazionali per implementare i registri di dispositivi impiantabili1 Borsa
Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti"2 Borse
Note: 2 borse finanziate dal Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti"; 1 borsa finanziata dall'Istituto Superiore di Sanità (ISS) - tematica: "Studio e progettazione di sistemi informativi in Sanità pubblica: come interconnettere flussi informativi e basi di dati nazionali e internazionali per implementare i registri di dispositivi impiantabili". Dopo la pubblicazione del bando 1 ulteriore borsa è stata finanziata dal Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale "Antonio Ruberti"

Tematiche definite per le borse finanziate

COMPLESSIVA PER IL CORSO

- Studio e progettazione di sistemi informativi in Sanità pubblica: come interconnettere flussi informativi e basi di dati nazionali e internazionali per implementare i registri di dispositivi impiantabili
Ente finanziatore: ISS
Registro Italiano Artroprotesi: studio, progettazione, implementazione e valutazione di interfacce comuni di comunicazione tra i sistemi di raccolta dei registri regionali, il registro nazionale e altre basi di dati nazionali e internazionali
L’attività di ricerca riguarderà lo studio e l’individuazione delle possibili architetture da utilizzare nella progettazione del nuovo flusso informativo alla base del sistema di raccolta dati del Registro Italiano ArtroProtesi, un sistema che ha come obiettivo la tracciabilità di ogni dispositivo impiantato e la valutazione della sua performance “in vivo”, in termini di sopravvivenza del dispositivo. Tale valutazione viene effettuata attraverso analisi comparative dei diversi dispositivi sulla base di specifiche caratteristiche tecniche. A tal fine è fondamentale interfacciarsi con basi di dati internazionali nelle quali tali dati sono memorizzati in maniera strutturata. Poiché vengono raccolti dati sanitari, tali architetture dovranno rispondere ai requisiti dettati dalla sicurezza informatica.

- Study and design of information systems in Public Health: how to interconnect information systems and national and international databases to implement implantable medical devices registries
The research activity will be related to the study and selection of possible architectures to be used in the design of the new information system for the Italian Arthroplasty Registry data collection. Aims of the registry are the traceability of every implanted device and the assessment of its performance, intended as device “in vivo” survival. This assessment is performed by comparative analyses of different devices taking into account their specific technical characteristics. To do this it is essential to interface the Italian registry with other international databases where medical devices technical data are stored following a detailed taxonomy. Since data collection refer to personal health data, the developed architectures must comply with cybersecurity requirements.

COMPLESSIVA PER IL CORSO

- Tematica generica del dottorato
Ente finanziatore:

Procedura concorsuale

Valutazione titoli - verrà valutato il curriculum (comprensivo della carriera accademica e di eventuali altri titoli), le lettere di presentazione a sostegno del candidato e l'elenco delle pubblicazioni presentato.

- verranno in particolare valutati la descrizione dello stato dell’arte, l’originalità e il contenuto innovativo, la chiarezza e la completezza dell’esposizione degli obiettivi, delle metodologie e dei potenziali risultati, la pertinenza del progetto con gli obiettivi formativi del dottorato.

Prova orale - l'accesso al colloquio è subordinato a una valutazione positiva dei titoli e della proposta di ricerca da parte della commissione

- nel colloquio, svolto in lingua inglese, vengono valutate, in particolare, le conoscenze, le abilità e l'attitudine dei candidati a svolgere attività di ricerca nelle aree scientifiche dell'Ingegneria Informatica.

- il colloquio include anche una discussione sulla proposta di ricerca preparata dal candidato e sulle motivazioni personali del candidato. La durata del colloquio è di massimo 45 minuti, inclusa una eventuale presentazione della proposta di ricerca da parte del candidato, che non deve essere superiore a 15 minuti.


Informazioni e recapiti Email of the coordinator: dottinginf@diag.uniroma1.it
Eventuali ulteriori informazioni L'ammissione al dottorato di Ricerca in Ingegneria Informatica è basata sulla valutazione delle competenze del candidato e della sua attitudine a svolgere ricerca nelle aree scientifiche del dottorato.

La prova consiste di due fasi:

1. Titoli e proposta di ricerca
2. Colloquio

Curriculum studiorum

data e voto di laurea (obbligatorio)
Graduation date and grade
elenco degli esami sostenuti per la laurea MAGISTRALE e relative votazioni (obbligatorio)
list of examinations
elenco degli esami sostenuti per la laurea TRIENNALE e relative votazioni
data e voto della laurea TRIENNALE
elenco cronologico di Borse di studio, Assegni di ricerca (et similia) percepiti
Diplomi/certificati di conoscenza lingue estere
Diplomi/attestati di partecipazione di corsi universitari post-lauream
Attestati di partecipazione a gruppi di ricerca
Attestati di partecipazione a stage
Altri riconoscimenti (p. es.: premiazione in concorsi, seconda laurea)

Ulteriore documentazione richiesta ai candidati

 progetto di ricerca
La proposta deve essere scritta in lingua inglese come da indicazioni riportate nella versione inglese di questo testo.
obbligatorio
 prima lettera di presentazione (a cura di un docente)
non obbligatorio, la lettera dovrà essere caricata dal docente sull'apposita piattaforma entro il 05/09/2019
 seconda lettera di presentazione (a cura di un docente)
non obbligatorio, la lettera dovrà essere caricata dal docente sull'apposita piattaforma entro il 05/09/2019
 terza lettera di presentazione (a cura di un docente)
non obbligatorio, la lettera dovrà essere caricata dal docente sull'apposita piattaforma entro il 05/09/2019
 elenco delle pubblicazioni
non obbligatorio

Competenza linguistica richiesta ai candidati

Il candidato dovrà obbligatoriamente conoscere le seguenti lingue:
INGLESE

Diario delle prove concorsuali

Valutazione titoli
giorno09/09/2019
notenon indicato
pubblicazione sull'alboNO
pubblicazione sul sito internetSI
indirizzo del sitohttps://phd.uniroma1.it/web/CALL-FOR-APPLICATION-ENGINEERING-IN-COMPUTER-SCIENCE_nE3514_EN.aspx
giorno della pubblicazione16/09/2019
info e recapitidottinginf@dis.uniroma1.it

Prova orale
giorno20/09/2019
notenon indicato
ora10:00
aulaB203
indirizzoVia Ariosto 25, 00185 Rome, Italy
pubblicazione sull'alboNO
pubblicazione sul sito internetSI
indirizzo del sitohttps://phd.uniroma1.it/web/CALL-FOR-APPLICATIONS-ALL-FABIIO-CAMIL-ENGINEERING-IN-COMPUTER-SCIENCE_nE3514_EN.aspx
giorno della pubblicazione30/09/2019
info e recapitidottinginf@diag.uniroma1.it

Griglia di valutazione

file:visualizza il file
file (eng):visualizza il file (eng)

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma