ANNA TERESA BENINCASA

Dottoressa di ricerca

ciclo: XXXIV



Titolo della tesi: Valutazione dei deficit neurosensoriali nel paziente con decadimento cognitivo

Abstract INTRODUZIONE Negli ultimi anni, in conseguenza dell'aumento dell'aspettativa di vita media, si sta assistendo ad una crescita esponenziale di tutte le patologie croniche correlate all’età. Tra queste, le demenze hanno un ruolo di primo piano in termini di prevalenza, arrivando a oltre il 35% nei soggetti con più di 85 anni (Prince 2015) .Compromissione della memoria, dell’orientamento temporo-spaziale, del linguaggio, del ragionamento astratto e della capacità critica, ma anche disturbi comportamentali e del tono dell’umore rappresentano alcuni dei sintomi che le caratterizzano e che comportano, nell’evoluzione della malattia Le difficoltà diagnostiche possono essere ulteriormente aumentate dalla concomitante presenza di deficit neurosensoriali, soprattutto visivi e uditivi. Tali deficit, molto comuni in età avanzata, possono influenzare in maniera significativa la valutazione clinica e neuropsicologica del paziente, fornendone un quadro “distorto” dello status cognitivo (Chandler 2016;WHO 2019).In particolare , i dati epidemiologici riguardanti il deficit uditivo e/o vestibolare correlati con il declino cognitivo, sono motivo di preoccupazione nell’economia globale, a causa dei costi assistenziali che ne derivano, poiché la prevalenza di entrambe le condizioni, demenza ed ipoacusia, raggiunge circa il 10% nella popolazione sopra i 65 anni (Konis, 2017. La Lancet Commision on Dementia Prevention, Intervention and care ha peraltro stimato che, se la perdita uditiva di mezza età potesse essere eleminata potrebbe diminuire il rischio di demenza del 9%.Nonostante ancora oggi non ci sia un consenso nell’ individuare un rapporto stretto tra presbiacusia e demenza precoce, ci sono evidenze circa la possibilità di rendere la perdita uditiva un fattore di rischio modificabile per la demenza ( Brewster, 2022). SCOPO DELLO STUDIO Il presente studio osservazionale prospettico si è posto come obiettivo basandosi sulle evidenze di relazione tra ipoacusia e demenza di evidenziare l’efficacia di una protesizzazione precoce in pazienti tutti in età geriatrica ma non omogenea sulle performance cognitive .Sono stati arruolati pazienti con diagnosi di demenza iniziale ed ipoacusia bilaterale Lo scopo è quello di contribuire al dibattito scientifico sulla relazione tra declino cognitivo e deficit neurosensoriali. MATERIALI E METODI I pazienti selezionati erano afferenti all’ambulatorio di neurologia dedicato alla demenza e ai deficit cognitivi, in base ai seguenti criteri di inclusione: diagnosi di possibile o probabile Malattia di Alzheimer di forma lieve o diagnosi di Mild Cognitive Impairment (MCI), età tra 60 e 87 anni;con punteggio di MMSE (Mini Mental State Examination) uguale o superiore a 20;terapia stabile con farmaci anti-demenza da almeno quattro settimane;e assenza di comorbidità internistiche/ORL/oculistiche di grado severo.Tutti i pazienti sono stati sottoposti a: Valutazione neurologica completa per evidenziare la demenza precoce mediante:Somministrazione delle scale: MMSE (Mini Mental State Examination), ADL (Activities of Daily Living), IADL (Instrumental Activities of Daily Living):La valutazione neuropsicologica è stata approfondita attraverso lo studio di specifici domini cognitive, fluenza fonemica e semantica, denominazione “BADA”, attenzione selettiva (Visual Search – Spinler H et al. 1987) e memoria a breve termine verbale (Digit Span Forward – Orsini et al. 1987).La Valutazione Audiologica con Audiometria tonale ( 250 Hz a 4000 Hz); è stata effettuata la media delle soglie di ogni singolo orecchio per classificare la gravità di sordità in Lieve 20-40 db, Moderata 45-70 db e Severa oltre i 75 dB. E audiometria vocale utilizzando parole bisillabiche ad intensità da 10 a 100 dB e frasi a senso compiuto e logotomi ovvero bisillabi senza significato.per il risultatato si è valutato ad ogni test la percentuale di risposte esattamente per decibel diversi a seconda della perdita uditiva (Maximum Word recogniscon score).Inoltre i pazienti sono stati sottoposti HHIE (Hearing Handicap Inventory in Elderly) che valuta il livello di handicap nelle persone anziane, partendo dal presupposto che pari livelli di deficit uditivo non corrispondono ad analoghi livelli di handicap: prevede 3 opzioni di risposta (si, talvolta, no), con un punteggio finale che indirizza verso una sfera emotiva o sociale. Per ogni categoria si ottengono 3 tipi di risultati che andranno da 0 a 20 punti: basso (0-4), medio (6-10), alto (12-20). Valutazione Vestibolare, mediante: Prove spontanee statiche e dinamiche per la diagnosi di eventuale prevalenza di lato nel mantenimento dell’equilibrio,nella stazione eretta e nella deambulazione , non solo nei pazienti che mostravano concomitanza con perdita uditiva ma anche quelli normoudenti. Valutazione del riflesso vestibolo-spinale con ricerca del Vemps, test obbiettivo per la diagnosi funzionale del utricolo e del sacculo. (Sally,2018). Da Ottobre 2018 a Ottobre 2021 sono stati esaminati 32 pazienti adulti di età compresa tra 50 e 87 anni (età media 76 anni), di diverso grado culturale, 16 di sesso maschile e 16 di sesso femminile. I primi 16 pazienti sono stati esaminati tra il 2018 e il 2020, tutti residenti nella regione Lazio: 5 di essi sono stati protesizzati bilateralmente per una durata di 10 mesi durante i quali hanno effettuato i dovuti fitting la personalizzazione e l’adattamento protesico ; e 16 , tutti residenti nella regione Calabria, sono stati esaminati dal 2020 al 2021, e tra questi 6 hanno accettato di essere protesizzati bilateralmente per un periodo di 10 mesi durante i quali hanno effettuato i dovuti fitting la personalizzazione e l’adattamento protesico. RISULTATI Tra i 32 pazienti esaminati:10 pazienti hanno presentato un punteggio MMSE compreso tra 25 e 20 indicante una compromissione cognitiva di grado lieve; gli altri 22 hanno ottenuto valori nella norma (uguali o maggiori a 26 valore al di sopra del quale si parla di normalità cognitiva.) (Folstein,1975)ADL: solo in 2 pazienti abbiamo un valore basso (Spinnler 1975)IADL: 3 pazienti valori bassi, ovvero ai test per il linguaggio attenzione e memoria;22 presentano un MMSE maggiore uguale a 26, valore al di sopra del quale si parla di normalità cognitiva. Al follow up effettuato a 10 mesi tutti i valori dei testi neurologici e neuropsicologici sono rimasti costanti rispetto alla valutazione di base.All’ esame audiometrico di base dei 32 pazienti 8 erano normoacusici e (25%) erano normoacusici , 1 paziente affetto da ipoacusia monolaterale(3%) ; il 72% affetti da ipoacusia bilaterale di questi ultimi di cui 15 presentava ipoacusia moderata, 8 con presentavano ipoacusia di grado lieve Tra questi 23 pazienti sono stati selezionati 11 affetti da presbiacusia con ipoacusia bilaterale simmetrica per la candidatura a protesizzazione binaurale 8 con ipoacusia lieve e 3 con ipoacusia moderata.I candidati hanno accettato l’iter di protesizzazione come si è visto senza oneri e hanno effettuato percorso di protesizzazione con follow up , Allo scadere dei 10 mesi è stato effettuato il follow up per mettere a confronto le soglie uditive e le percentuali di intellegibilità vocale senza e con protesi. Al follow up con audiometria tonale La soglia del PTA medio effettuato senza protesi in campo libero è risultato 33 db ( min 28 max 40 ).La soglia del PTA medio effettuato con protesi in campo libero è risultato 21 db (min 15 max 2). ANALISI STATISTICA L’analisi statistica è stata effettuata usando il software SPSS versione 23.0 (IBM Corp.; USA). Per il confronto delle metriche relative alle capacità cognitive (ad es. MMSE, IADL, ADL, ecc.) prima e dopo la protesizzazione è stato adottato il t-test a campioni accoppiati. L’analisi statistica dei dati audiologici è stata effettuata mediante il t test ,confrontando le soglie prima e dopo la riabilitazione acustica protesica. In tutte e analisi, p< 0,05 è stato considerato statisticamente significativo. Dalle analisi statistiche svolte non sono emersi risultati statisticamente significativi CONCLUSIONI Gli ausili protesici rappresentano una terapia non farmacologica che può difatto arrestare il decadimento clinico del paziente migliorando le attività sociali e la sfera emotiva, la comunicazione e quindi più in generale la funzione cognitiva, con un globale impatto positivo sulla qualità della vita di pazienti affetti anche da forme di demenza allo stato iniziale.

Produzione scientifica

11573/1672693 - 2022 - Inner ear impairment after stapedotomy. do the cervical vestibular evoked myogenic potentials play a diagnostic role?
Margani, Valerio; Talamonti, Rita; Benincasa, Anna Teresa; Gorla, Alessia; Covelli, Edoardo; Elfarargy, Haitham H; Barbara, Maurizio - 01a Articolo in rivista
rivista: ACTA OTO-LARYNGOLOGICA (Taylor & Francis Limited:Rankine Road, Basingstoke RG24 8PR United Kingdom:011 44 1256 813035, EMAIL: madeline.sims@tandf.co.uk, info@tandf.co.uk, INTERNET: http://www.tandf.co.uk, Fax: 011 44 1256 330245) pp. 1-7 - issn: 0001-6489 - wos: WOS:000814657700001 (1) - scopus: 2-s2.0-85132783434 (1)

11573/1311734 - 2019 - Early assessment of vestibular function after unilateral cochlear implant surgery
Barbara, M; Covelli, E; Talamonti, R; Benincasa, At; Filippi, C; Tarentini, S; Monini, S - 01a Articolo in rivista
rivista: AUDIOLOGY & NEURO-OTOLOGY (Basel Switzerland: S Karger AG) pp. 1-10 - issn: 1420-3030 - wos: WOS:000526805400006 (12) - scopus: 2-s2.0-85072174870 (14)

11573/1288009 - 2019 - Video head impulse test in labyrinthine fistula due to middle ear cholesteatoma
Covelli, E.; Talamonti, R.; Benincasa, A. T.; Filippi, C.; Marrone, V.; Tarentini, S.; Monini, S.; Barbara, M. - 01a Articolo in rivista
rivista: THE JOURNAL OF INTERNATIONAL ADVANCED OTOLOGY (ANKARA: Rekmay) pp. 283-288 - issn: 1308-7649 - wos: WOS:000483026300018 (2) - scopus: 2-s2.0-85071352491 (2)

11573/961055 - 2017 - Delayed Effect of Active Pressure Treatment on Endolymphatic Hydrops
Covelli, Edoardo; Volpini, Luigi; Atturo, Francesca; Benincasa, Anna Teresa; Filippi, Chiara; Tarentini, S.; Marrone, V.; Monini, Simonetta; Vestri, Anna Rita; Barbara, Maurizio - 01a Articolo in rivista
rivista: AUDIOLOGY & NEURO-OTOLOGY (Basel Switzerland: S Karger AG) pp. 24-29 - issn: 1420-3030 - wos: WOS:000406762600004 (5) - scopus: 2-s2.0-85019880024 (5)

11573/884308 - 2016 - Fifteen years of intratympanic pressure treatment for disabling meniere's disease
Barbara, Maurizio; Covelli, Edoardo; Volpini, Luigi; Benincasa, Anna Teresa; Monini, Simonetta - 02a Capitolo o Articolo
libro: Meniere's Disease and Inner Ear Disorders - (9789062992546)

11573/542878 - 2014 - Degradation of Silicone Rubber Causes Provox 2 Voice Prosthesis Malfunctioning
Fusconi, Massimo; Anna Rita, Taddei; Gallo, Andrea; Michela, Conte; De Virgilio, Armando; Greco, Antonio; Lo Vasco, Vincenza Rita; Gian Franco, Macri; Roma, Rocco; Fabrizio, Volpini; Anna Teresa, Benincasa; De Vincentiis, Marco - 01a Articolo in rivista
rivista: JOURNAL OF VOICE (-New York, N.Y.:MOSBY-ELSEVIER -New York, N.Y.: Raven Press, 1987- -Albany, NY: Singular Thomson Publishing Group) pp. 250-254 - issn: 0892-1997 - wos: WOS:000332399000018 (8) - scopus: 2-s2.0-84896723406 (10)

11573/517196 - 2013 - Rosai-Dorfman disease in the larynx
Fusconi, Massimo; Benincasa, At; Grasso, M; De Vincentiis, Marco - 01b Commento, Erratum, Replica e simili
rivista: EAR, NOSE & THROAT JOURNAL (Medquest Communications LLC:3800 Lakeside Avenue, Suite 201:Cleveland, OH 44114:(216)391-9100, EMAIL: humphrey@en.com, Fax: (216)391-9200) pp. - - issn: 0145-5613 - wos: (0) - scopus: 2-s2.0-65149104483 (141)

11573/517195 - 2013 - Fibrous Dysplasia of the Maxilla: Diagnostic Reliability of the Study Image. Literature Review
Fusconi, Massimo; Conte, Michela; Martina, Pagliarella; De Vincentiis, Chiara; De Virgilio, Armando; Benincasa, Anna Teresa; Alessi, Simone; Gallo, Andrea - 01a Articolo in rivista
rivista: JOURNAL OF NEUROLOGICAL SURGERY. PART B, SKULL BASE (Stuttgart : Thieme) pp. 364-368 - issn: 2193-6331 - wos: WOS:000327222800007 (7) - scopus: 2-s2.0-84888315925 (9)

11573/516528 - 2013 - Is Montgomery Tracheal Safe-T-Tube Clinical Failure Induced by Biofilm?
Fusconi, Massimo; Lo Vasco, Vincenza Rita; Delfini, A.; De Virgilio, Armando; Taddei, A. R.; Vassalli, C.; Conte, Michela; Del Sette, F.; Benincasa, A. T.; De Vincentiis, Marco - 01a Articolo in rivista
rivista: OTOLARYNGOLOGY-HEAD AND NECK SURGERY (Mosby Year Book Incorporated:6277 Sea Harbor Drive:Orlando, FL 32887:(800)654-2452, (407)345-4000, EMAIL: hhspcs@harcourt.com, INTERNET: http://www.mosby.com, Fax: (407)363-9661, (314)432-1380) pp. 269-276 - issn: 0194-5998 - wos: WOS:000322243000014 (2) - scopus: 2-s2.0-84884170200 (3)

11573/482769 - 2012 - Sudden sensorineural hearing loss: A vascular cause? Analysis of prothrombotic risk factor in head and neck.
Fusconi, Massimo; Chistolini, Antonio; De Virgilio, Armando; Greco, Antonio; Massaro, F; Turchetta, Rosaria; Benincasa, At; Tombolini, Mario; De Vincentiis, Marco - 01a Articolo in rivista
rivista: INTERNATIONAL JOURNAL OF AUDIOLOGY (attuale -ABINGDON, ENGLAND: TAYLOR & FRANCIS LTD primo editore -Hamilton, Ont.: Decker Periodicals.) pp. 800-805 - issn: 1499-2027 - wos: WOS:000309746600002 (45) - scopus: 2-s2.0-84867442070 (50)

11573/481247 - 2012 - Cricoarytenoid joint involvement in rheumatoid arthritis: radiologic evaluation
Greco, Antonio; Fusconi, Massimo; Macri, Gian Franco; Marinelli, Caterina; Polettini, Elisabetta; A. T., Benincasa; De Vincentiis, Marco - 01a Articolo in rivista
rivista: AMERICAN JOURNAL OF OTOLARYNGOLOGY (W B Saunders Company:Fulfillment Department, The Curtis Center, Independence Square West:Philadelphia, PA 19106:(800)654-2452, (215)238-7800, EMAIL: wbspcs@harcourt.com, INTERNET: http://elsevierhealth.com, Fax: (215)238-6445) pp. 753-755 - issn: 0196-0709 - wos: WOS:000311128200020 (12) - scopus: 2-s2.0-84868371195 (15)

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma